RECENSIONE GIOCO CALL OF DUTY BLACK OPS IDEA NATALE!!

Il settimo capitolo della saga di Call of Duty uno dei più amati sparatutto. Sviluppato dalla Treyarch è il seguito di Call of Duty 5 World at War. Il gioco ha finalmente abbandonato lo scenario della 2a guerra mondiale e si dedica alla guerra fredda. Il capitolo storico si sviluppa dal 1961 al 1968. Il protagonista è Alex Mason soldato Americano. Il gioco inizia con Mason legato su una sedia davanti a dei televisori dove compaiono vari numeri di cui non si conosce il significato e sulla quale si basa tutta la storia. Tutte le missioni tranne le ultime due si basano su dei flashback. Si visitano vari scenari tra cui US, URSS, Laos, Vietnam, Kowloon e molte altri. Quello che colpisce fin dall’inizio è l’accuratezza della ricostruzione storica. Senza entrare troppo nei particolari, per non rovinarvi i vari colpi di scena che la trama saprà regalare, possiamo tranquillamente affermare che pur trattandosi di pura fanta politica, il mondo in cui saremo immersi sarà contornato da figure storiche realmente esistite che aggiungo quel tocco di realtà che di sicuro non guasta. Verso l’inizio del gioco, ad esempio, visiteremo il pentagono i cui interni sono stati realizzati sulla base delle reali cianografie dell’epoca.

Come detto poco sopra, la trama è scritta molto bene, rendendo black ops per certi versi ancora più cinematografico di quello che sono stati i vecchi Call Of duty. Pur trattandosi di un titolo action a tutti gli effetti, il writer di Treyarch – con il quale abbiamo avuto il piacere di scambiare quattro battute – è riuscito ad inserire degli elementi da thriller psicologico con un finale davvero a sorpresa. Quello che più fa piacere inoltre è che la trama funziona. Per tutta la durata della campagna single player non ci sarà mai un momento in cui percepiremo un calo di ritmo. La tensione rimarrà sempre alle stelle, con continui colpi di scena che ci spingeranno sempre più al limite. Il nemico pubblico di turno questa volta sarà Nikita Dragovich, un veterano dell’armata rossa che tradendo il suo paese è entrato in possesso di un arma biochimica dagli effetti devastanti chiamata “Nova Six” , sviluppata da uno scienziato pazzo di nome Steiner, al soldo del terzo reich durante il secondo conflitto mondiale. Come sempre accade in questo genere di giochi saremo incaricati di debellare questa incombente minaccia che mette in pericolo tutta la popolazione statunitense. Questa la linea guida del gioco, ma vi assicuriamo che sarà solo la base su cui si svilupperanno svariati colpi di scena come il ritrovamento del soldato sovietico Vicktor Reznov, comparso nella saga di Cod 5, che sarà anche giocabile al fianco di Dimitri Petrenko.

Un aspetto negativo del gioco è la modalità del doppiaggio dove i movimenti della bocca non coincidono con il suono delle parole. Tuttavia ritroveremo la tanto vecchia e amata (non da me xD) modalità Zombie; inoltre nel menù iniziale ci si potra anche muovere con il personaggio ed andare su un computerino dove si potrà giocare con un videogame stile sala giochi sempre con gli zombie.GUARDA IL TRAILER E CON AMAZON HAI LA SPEDIZIONE GRATUITA!!!!

RECENSIONE GIOCO CALL OF DUTY BLACK OPS IDEA NATALE!!ultima modifica: 2010-12-21T22:30:01+01:00da coroner10
Reposta per primo quest’articolo